Giorno della Memoria 2017
Scritto da ventus85   
Venerdì 27 Gennaio 2017 18:23

Prima di scrivere questo articolo ho fatto una ricerca per vedere cosa avevo scritto nei vari anni (perdonatemi ma non ricordavo cosa avevo scritto ogni singolo anno).

Due volte ho postato i brani del libro "La notte" di Elie Wiesel, libro che mi sono fatta regalare a Natale da mio fratello (insieme a un altro, di tutt'altro argomento, "A Spasso con Bob") e che voglio leggere presto. Altre volte altri brani o citazioni.

Quest'anno invece voglio mettere delle foto che ho scattato lo scorso dicembre, quando ho visitato Auschwitz-Birkenau.

Visitare un campo di concentramento (soprattutto questo campo di concentramento) è un'esperienza che vorrei che tutti la provassero. Perchè bisogna capire cosa è veramente successo e i numeri dell' Olocausto e bisogna con tutte le nostre forze mantenere questa memoria e impedire che una cosa del genere risucceda (anche se purtroppo lo sterminio, per motivi anche diversi, di alcune popolazioni nel mondo sta ancora succedendo).

 
Terremoto e neve: 26 gennaio 2017
Scritto da ventus85   
Giovedì 26 Gennaio 2017 22:41

Passata una settimana dal giorno del terremoto e dal crollo dell'Hotel Rigopiano i soccorritori hanno finito di scavare, non c'è più nessuno da salvare. Il bilancio è tragico: 29 vittime e 11 sopravvissuti (9 estratti più i due scampati alla valanga). Tra le nove persone estratti ci sono tutti i bambini. E il salvataggio della prima donna e del primo bambino aveva riacceso la speranza di tutti. Dopo poche ore anche gli altri bambini sono stati estratti... E poi altri adulti... Ma nei giorni successivi il silenzio, dopo le urla di gioia, è di nuovo calato e questa volta per sempre. Per gli altri non c'è stato più nulla da fare. Sono sopravvissuti anche i cani dell'hotel (i due pastori abruzzesi adulti erano riusciti a scappare e a raggiungere altre case mentre i tre cuccioli li hanno estratti dopo alcuni giorni).

Il 24 gennaio poi è precitato tra l'Aquila e Campo Felice un elicottero del 118: sei morti.

In questa settimana tutta l'Italia ha tenuto gli occhi puntati sull'Abruzzo e con il fiato sospeso. Le parole che uscivano dalle bocche di tanti erano di speranza e preghiera, ma anche di polemica sul ritardo dei soccorsi e su tutta la procedura e le operazioni di salvataggio all'hotel e negli altri paesi isolati.

E anche se la situazioni nelle zone dei terremoti degli ultimi cinque mesi è migliorata e gli occhi delle telecamere e dei media sono rivolti ad altrove, l'emergenza ancora c'è e non bisognerebbe abbandonare le persone che abitano lì.

 
Terremoto e neve: 18 gennaio 2017
Scritto da ventus85   
Giovedì 19 Gennaio 2017 21:40

Ieri ci sono state quattro scosse superiori al magnitudo 5 di cui tre nel giro di un'ora (prima scossa M 5.1 prof. 9.2 km ore 10.25, seconda scossa M 5.4 prof 9.0 km ore 11.14, terza scossa M 5.3 prof. 8.9 km ore 11.25 e la quarta M 5.1 alle 14:33) con epicentro individuato al confine tra Lazio e Abruzzo. Un fenomeno secondo l'INGV mai successo nella storia recente. Sono state sentite in molte zone dell'Italia centrale. Ci sono stati crolli (soprattutto nelle zone coinvolte con i terremoti di agosto e ottobre), soprattutto di edifici già lesionati (come è crollato il campanile della chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice, unico della zona rimasto in piedi e simbolo di questo mesi di scosse), alcuni feriti e due morti. La situazione è ancora più grave per via del maltempo e delle grandi nevicate. Molte zone erano già isolate a causa della neve (alta anche più di due metri in molti posti) e il terremoto ha reso ancora più difficoltosi i soccorsi.

Purtroppo in seguito a queste scosse c'è stata una valanga che hanno investito in pieno l'hotel Rigopiano, nel comune di Farindola, sul versante pescarese del Gran Sasso. Un hotel isolato che per raggiungerlo i soccoritori hanno impiegato ore (i primi ad arrivare lì sono stati delle persone a piedi con gli sci, le pelli di foca e le pale e sono arrivati alle quattro e mezzo di questa mattina. Si sono trovati davanti una scena apocalittica. Nell'arco delle ore sono arrivati anche alcuni mezzi e altri soccorritori con gli elicotteri e hanno cominciato a scavare. Ma per ora, a parte due persone sopravvissute perché al momento dell'impatto con la valanga di trovavano fuori dall'edificio, non sono riusciti a trovare persone vive ma solo estrarre alcuni corpi. Ad ora sono ancora disperse 29 persone, tra cui alcuni bambini.

Una tragedia che si somma a quelle già avvenute nei mesi scorsi... una tragedia che ogni volta ti fa ricordare quanto la vita è fragile e che in ogni momento la terra può punirti.

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 Succ. > Fine >>

Pagina 12 di 16

Link utili

Per avere almeno 2 GB di spazio gratis per i tuoi file da condividere con chi vuoi! Per iniziare a usarlo: http://db.tt/fbnCDQM

Per creare i tuoi fumetti in modo rapido e semplice! http://www.pixton.com/sign-up/from/author/ventus85

Valid XHTML 1.0 Transitional

CSS Valido!



Template realizzato da ventus85.
Copyright © 2010 Il sito di ventus85. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.