I Santi sono Santi
Scritto da ventus85   
Mercoledì 22 Febbraio 2017 10:37

Molti santi hanno aiutato e dedicato la propria vita agli altri.

Quello che io invidio a loro è che lo hanno fatto senza autodistruggersi.

E a me questa cosa non riesce...

 
Valentino (Giovanni Pascoli)
Scritto da ventus85   
Martedì 14 Febbraio 2017 10:32

Quest'anno per San Valentino voglio scrivere la poesia di Giovanni Pascoli.

Oh! Valentino vestito di nuovo,
come le brocche dei biancospini!
Solo, ai piedini provati dal rovo
porti la pelle de' tuoi piedini;
porti le scarpe che mamma ti fece,
che non mutasti mai da quel dì,
che non costarono un picciolo: in vece
costa il vestito che ti cucì.
Costa; ché mamma già tutto ci spese
quel tintinnante salvadanaio:
ora esso è vuoto; e cantò più d'un mese
per riempirlo, tutto il pollaio.
Pensa, a gennaio, che il fuoco del ciocco
non ti bastava, tremavi, ahimè!,
e le galline cantavano, Un cocco!
ecco ecco un cocco un cocco per te!
Poi, le galline chiocciarono, e venne
marzo, e tu, magro contadinello,
restasti a mezzo, così con le penne,
ma nudi i piedi, come un uccello:
come l'uccello venuto dal mare,
che tra il ciliegio salta, e non sa
ch'oltre il beccare, il cantare, l'amare,
ci sia qualch'altra felicità.

 
Good morning Baghdad
Scritto da ventus85   
Martedì 31 Gennaio 2017 10:14

Avevo già copiato questa canzone di Casa Del Vento in un altro articolo ma purtroppo oggi ancora è una canzone attuale, con il neo presidente americano Donald Trump, le sue misure di restrizioni per gli accessi di immigrati e il muro sul confine con il Messico.

Good Morning Baghdad

America ricordi
Le vite dissanguate di Mi Lay
Bambini senza volto
Tenuti per i piedi dai tuoi eroi.

Riempiti di eroina
Bruciavano nei campi le persone
Che tu consideravi
Soltanto musi gialli da stanare.

America ricordi
Quel tuo scappare in fretta da Saigon
E il napalm che tiravi
Con gli elicotteri sui contadini.

Di fronte a un mondo
Che per te vuol dire solo terra da spianare
Babele di culture
Che stai uccidendo e che non sai capire.

Ti regalano la vita
Tu continui a dire al mondo
Che la guerra è finita.

Good morning Baghdad, good morning Baghdad...

America ricordi
Belgrado e i treni esplosi per errore
E la democrazia
Portata a cannonate anche a Kabul.

E delle libertà 
Di tutte le tue armi intelligenti
Sui corpi dei bambini
Tra i fuochi delle notti di Baghdad.

America ricordi
La mano del carnefice a Santiago
E il fiato moribondo
Dei desaparecidos argentini.

Le foto da trofeo
Sui buchi sulla pelle di Guevara
E lui che resta bello
Perché Guevara non può mai morire.

Ti regalano la vita
Tu continui a dire al mondo
Che la guerra è finita.

Good morning Baghdad, good morning Baghdad...

America ricordi
L'orrore all'improvviso di un mattino
E gli sguardi impauriti
Nell'aria impolverata di New York.

E ora che han sepolto i tuoi innocenti
Sotto metri di terrore
Ancora non capisci
Che cosa veramente voglia dire.

Ti regalano la vita
Tu continui a dire al mondo
Che la guerra è finita.

Good morning Baghdad, good morning Baghdad...

[Parlato]
Peccato America, perché non hai capito neanche adesso, e allora fottiti America, per le tue guerre umanitarie, le tue vendette corporali, il tuo Dow Jones che gioca all'altalena, il Ku Klux Clan, gli hamburger, le pistole in ogni casa, le rappresaglie, i marines, le bombe sui civili, e l'inno cantato con la mano sul cuore, quando nemmeno sai il cuore, da che parte sta... Fottiti America...

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 10

Link utili

Per avere almeno 2 GB di spazio gratis per i tuoi file da condividere con chi vuoi! Per iniziare a usarlo: http://db.tt/fbnCDQM

Per creare i tuoi fumetti in modo rapido e semplice! http://www.pixton.com/sign-up/from/author/ventus85

Valid XHTML 1.0 Transitional

CSS Valido!



Template realizzato da ventus85.
Copyright © 2010 Il sito di ventus85. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.